You are here: Home Cultura Documenti #Gaeta: incendio nelle stanze di Pio IX

#Gaeta: incendio nelle stanze di Pio IX

E-mail Print PDF

Ci troviamo a Gaeta, da data è quella del 13 gennaio del 1849. La città ospita l'esule Santo Padre Pio IX. Il Papa aveva passato la giornata ordinariamente e tra i tanti impegni. Aveva ricevuto in udienza il cardinale Simonelli con il Conte, suo fratello, ambasciatore del Duca di Modena ed una delegazione della città di Pontecorvo. Questa, capitanata dal Sindaco, omaggiavano Sua Santità riconoscendolo come guida temporale, oltre che spirituale,  dello Stato Vaticano.

All'interno del Palazzo dove soggiorna il Papa, donato da re Ferdinando II, succede qualcosa che anima la fredda nottata. Nella notte per il surriscaldamento del camino, lasciato acceso per il gelido gennaio, iniziarono a prendere fuoco le travi di legno poste sotto la soglia  dello stesso focolare. L'incendio quindi è stato immediatamente visibile da alcuni collaboratori del Papa, al piano inferiore. Questi hanno visto infatti prima fumare, poi accendersi le travi del soffitto. Al pensiero che al piano di sopra riposava il Santo Padre i servi hanno subito allertato e svegliato la corte pontificia affinché si domasse l'incendio.

Fortunatamente l'incendio fu spento e la cronaca ci riferisce che tutto fu fatto senza che il Santo Padre venisse neppure svegliato. La cronaca ci venne riportata dai giornali italiani ed europei dell'epoca che non perdevano un movimento del Papa a Gaeta. Un maggiore dettaglio lo troviamo sul "Giornale Costituzionale delle Due Sicilie", nell'edizione del 17/01/1849.

Daniele E. Iadicicco

 

 



Add this page to your favorite Social Bookmarking websites
Reddit! Del.icio.us! Mixx! Free and Open Source Software News Google! Live! Facebook! StumbleUpon! TwitThis Joomla Free PHP
 

Fra'Diavolo

contatore